trial & error

Posts Tagged ‘google

Dentro le gallerie e per le strade dell’antica Roma, con Google

leave a comment »

E’ quasi il sogno di ogni studioso e appassionato di storia dell’arte. Poter accedere a tutti i musei più importanti senza dover viaggiare da un capo all’altro del mondo. E soprattutto, poter esaminare da vicino le opere, con una definizione pari a quella che potrebbe presentarsi agli occhi da una distanza di pochi centimetri. Roba da Google. Che ha lanciato da qualche giorno Google Art Project. Leggi il seguito di questo post »

Annunci

Written by trial & error

febbraio 7, 2011 at 3:08 pm

Pubblicato su arti visive, beni culturali, web

Tagged with ,

Dentro le gallerie e per le strade dell'antica Roma, con Google

leave a comment »

E’ quasi il sogno di ogni studioso e appassionato di storia dell’arte. Poter accedere a tutti i musei più importanti senza dover viaggiare da un capo all’altro del mondo. E soprattutto, poter esaminare da vicino le opere, con una definizione pari a quella che potrebbe presentarsi agli occhi da una distanza di pochi centimetri. Roba da Google. Che ha lanciato da qualche giorno Google Art Project. Leggi il seguito di questo post »

Written by trial & error

febbraio 7, 2011 at 3:08 pm

Pubblicato su arti visive, beni culturali, web

Tagged with ,

Culturomics, per studiare l’evoluzione culturale

leave a comment »

Considerare la sfera culturale in una prospettiva evoluzionistica non è idea nuova. Karl Popper negli anni ’60 aveva parlato di mondo3, cioè la dimensione delle teorie e delle creazioni culturali, che si evolve, per tentativi ed errori interagendo con il mondo1 (l’ambiente fisico e biologico) e il mondo2 (gli stati mentali soggettivi). Richard Dawkins ne Il Gene Egoista (1976), illustrava la sua teoria dei “memi”: dopo i geni (pezzi di informazione codificati nel replicatore molecolare costituito dal Dna) si potrebbe dire che sul nostro pianeta sono comparsi questi nuovi replicatori, appunto, i memi, e cioè le idee, le teorie, le religioni, le tradizioni, codificate nel linguaggio orale e scritto e nei comportamenti e capaci di evolvere, replicandosi da un cervello ad un altro come delle specie di virus. Leggi il seguito di questo post »

Written by trial & error

dicembre 20, 2010 at 1:53 pm

Culturomics, per studiare l'evoluzione culturale

leave a comment »

Considerare la sfera culturale in una prospettiva evoluzionistica non è idea nuova. Karl Popper negli anni ’60 aveva parlato di mondo3, cioè la dimensione delle teorie e delle creazioni culturali, che si evolve, per tentativi ed errori interagendo con il mondo1 (l’ambiente fisico e biologico) e il mondo2 (gli stati mentali soggettivi). Richard Dawkins ne Il Gene Egoista (1976), illustrava la sua teoria dei “memi”: dopo i geni (pezzi di informazione codificati nel replicatore molecolare costituito dal Dna) si potrebbe dire che sul nostro pianeta sono comparsi questi nuovi replicatori, appunto, i memi, e cioè le idee, le teorie, le religioni, le tradizioni, codificate nel linguaggio orale e scritto e nei comportamenti e capaci di evolvere, replicandosi da un cervello ad un altro come delle specie di virus. Leggi il seguito di questo post »

Written by trial & error

dicembre 20, 2010 at 1:53 pm

I credenti secondo google

leave a comment »

google e i credenti (thanks to Andrea Airasca per la segnalazione)

Se su google.com si inserisce la frase Why are … so (sostituendo i puntini con i credenti a una data religione) si ottengono – grazie al sistema di completamento automatico della ricerca, che mostra le queries più frequenti – varie domande non proprio gentili, almeno nei confronti dei cristiani e dei mussulmani. Qualcuno ci ha cavato fuori un diagramma di Venn,  che mostra caratteristiche condivise (o meno) tra le varie confessioni. Ciò mostrerebbe in maniera oggettiva (alla fine sono solo algoritmi), aspetti legati alle varie religioni. Leggi il seguito di questo post »

Written by trial & error

ottobre 25, 2010 at 8:52 am