trial & error

Cosa mi preoccupa del Movimento 5 stelle

leave a comment »

Non tanto il programma. Nei propositi dei 5 stelle c’è un po’ di tutto, da misure ‘stataliste’ fondate vagamente sulla retorica del bene comune e della condanna del profitto, a quelle ‘anti-stato’ (per lo meno, anti-stato italiano), di sburocratizzazione e sgravio degli oneri pubblici che opprimono piccole imprese (piccole, perché quelle grandi assomigliano sempre troppo, in un modo o nell’altro, ai ‘poteri forti’, e non è chiaro, a dar retta ai 5 stelle, dove stia il confine tra piccole e oneste e grandi e cattive) e soffocano il territorio. Il linguaggio è quello delle nuove etiche collettive alla Latouche: ‘di prossimità’, ‘a km 0’,sostenibile, partecipativo, attivo, ‘critico’, o ‘responsabile’ (aggettivi combinabili a piacere con cittadino, consumo, mobilità, agricoltura, comunicazione, e ci si può sbizzarirre a inventare combinazioni sempre di nuove). Ma tutto sommato il programma dei 5 Stelle lascia il tempo che trova come tutti gli altri, e troverà il principale oppositore nelle proprie stesse contraddizioni.

Piuttosto, ciò che preoccupa è il concetto che manda in sullucchero i pentastellati: la democrazia diretta. L’idea che sia possibile decidere ‘tutti insieme’, la partecipazione totale, il popolo che sceglie il proprio destino. “Siamo tutti portavoce”, “uno vale uno”, siamo tutti delegati senza più gruppi di persone in minoranza che fanno come gli pare, senza consultare i cittadini, perché i cittadini siamo noi. Parole d’ordine sono e-democracy, democrazia liquida, democrazia partecipata, l’abolizione delle intermediazioni rappresentative e conseguente abolizione di ogni potere arbitrario. Grazie alla rete, e a nuove tecnologie presumibilmente rivoluzionarie (come la piattaforma Liquid Feedback), per i 5 stelle, si apre la possibilità di attuare concretamente il sogno di Rousseau: il Popolo sovrano che ha finalmente potere decisionale diretto nel rispondere ai propri bisogni e modellare il proprio futuro.

Preoccupa perché questo sogno è logicamente irrealizzabile, e di conseguenza si può tradurre in concezioni arbitrarie del potere politico. Per definizione ogni “scelta pubblica” è selettiva, esclude cioè delle possibilità che, magari, a qualcuno interessano. E’ proprio per risolvere questo problema – l’impossibilità di includere e conciliare gli interessi e i desideri di tutti – che esistono istituzioni democratiche e uno stato di diritto funzionali ad impedire che qualche gruppo, circolo, movimento o partito, abbia il monopolio definitivo del potere, e dunque abbia discrezionalità arbitraria sulle decisioni che riguardano tutti. Tuttavia, perché questi sistemi funzionino, tutte le forze in campo devono riconoscere l’idea di non essere le sole, e portatrici di verità assolute. Piuttosto, sono soggetti portatori di ricette diverse in offerta sul mercato politico, che i cittadini scelgono o rigettano col loro voto, e che sono valide solo fino al voto successivo.

Ma nell’ideologia a 5 stelle (o magari solo in quella della premiata ditta Casaleggio, questo riconoscimento di fondo del gioco democratico non sembra poter trovare posto. L’idea stessa di ‘democrazia diretta’ e di società che ‘decide collettivamente’ che piace tanto ai grillini non lo permette, salvo diventare incoerente. Non a caso il Movimento 5 stelle si dichiara ‘espressione della società civile’, entità unica e indivisibile, da cui evidentemente sono esclusi gli svariati milioni di elettori che hanno scelto i vecchi partiti o l’astensione. Se un giorno il Movimento 5 stelle “arriverà al potere da solo”, come auspicato dal suo ‘guru’ dovrà chiedersi concretamente cosa farsene, di questi milioni di cittadini “che sbagliano” (ma anche fossero centinaia o decine, il problema rimarrebbe) senza rinnegare i propri slogan totalizzanti e traformarsi in un partito come tutti gli altri.

Annunci

Written by trial & error

marzo 5, 2013 a 11:35 am

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: